WordPress: velocizzare un sito con WP Fastest Cache

RSS

Roba di Internet / RSS 220 Views

In un precedente tutorial abbiamo visto come velocizzare il caricamento di siti WordPress che utilizzano un elevato numero di immagini. Nel post di oggi si resta sempre sul tema “velocità” con il plugin WP Fastest Cache, estensione che consente di utilizzare un efficace sistema di caching in pochi clic.

Quali sono esattamente i vantaggi offerti dalla versione base del plugin (è presente anche una versione a pagamento)? Fastest Cache crea delle versioni statiche delle pagine di un portale risparmiando risorse preziose nel caso in cui un elevato numero di utenti si colleghi al sito – renderizzare una pagina impegna tanto la CPU quanto la RAM disponibile. I file statici alleggeriscono il carico del sito ed allo stesso tempo velocizzano lato utente il caricamento delle pagine. Vediamo come installare ed utilizzare il plugin.

Installazione ed attivazione

Prima di procedere all’installazione occorre accertarsi che i permessi del file .htaccess siano come i seguenti:
WP Fastest Cache

Per visualizzare il menu qui sopra occorre collegarsi al portale via FTP (consultare la seguente guida), aprire la cartella principale del sito (root), cliccare con il tasto destro del mouse sul file .htaccess e scegliere Permessi file… dalla lista. Clicchiamo infine su OK per salvare le modifiche e passiamo alla bacheca di WordPress accedendo al sito con un account amministratore.

Spostiamo il cursore del mouse su Plugin (menu a sinistra) e clicchiamo su Aggiungi nuovo. Digitiamo ora WP Faster Cache nel box di ricerca per visualizzare quanto segue:

WP Faster Cache

Clicchiamo su Installa ora e successivamente su Attiva per completare l’installazione di WP Fastest Cache. Nel menu principale comparirà ora il nome del plugin:

WP Fastest Cache

Con un clic visualizzeremo la seguente schermata:

WP Fastest Cache

Le opzioni saranno caricate inizialmente in inglese ma a fondo pagina è possibile selezionare la traduzione italiana (parziale). Per attivare il sistema di caching non occorre altro che mettere la spunta sul quadratino in corrispondenza di Attiva. La terza voce dall’alto (Create the cache of all the site automatically) consente invece di creare dei file statici per gli elementi indicati nella finestra di dialogo che comparirà a centro pagina:

WP Fastest Cache

Se si utilizza un piano hosting standard, il numero di pagine da creare ogni minuto deve essere compreso tra 4-6. In caso di VPS è possibile incrementare il valore fino a 10-12.

L’opzione Restart After Completed consente di automatizzare la creazione dei file di cache (in caso contrario l’operazione sarà effettuata una sola volta dopo aver dato conferma). Se attivata, sovrascriverà ogni volta i vecchi file di cache – non ci sarà quindi la necessità di procedere alla cancellazione manuale dei vecchi file.

Comments